Emporio Sociale: un importante contributo da parte della Diocesi di Pistoia » Cooperativa Gemma

Emporio Sociale: un importante contributo da parte della Diocesi di Pistoia

La scorsa settimana il nostro Emporio Sociale ha ricevuto un contributo economico importante da parte della Diocesi di Pistoia.

Attraverso i fondi dell’8Xmille alla Chiesa Cattolica, la Diocesi ha deciso di assegnare alla nostra Associazione la somma di 3.000,00 euro per sostenere le attività dell’Emporio Sociale.

Contributo 8xMille

L’Emporio Sociale opera a sostegno delle famiglie di Quarrata che vivono forti difficoltà economiche e situazioni di marginalità sociale; dalla sua apertura nel 2017 ha accolto 115 famiglie, sostenendo più di 350 persone e distribuendo circa 31500kg di generi alimentari. (A questa pagina si possono consultare i dati  aggiornati in tempo reale). Oltre al sostegno delle famiglie, il progetto dell’Emporio prevede anche la riattivazione sociale delle persone attraverso percorsi di volontariato o attività di pubblica utilità concordate con i servizi sociali del Comune e con le associazioni partner.

Il sostegno della Diocesi al progetto è volto a migliorare le funzionalità dell’Emporio attraverso l’acquisto di una pesatrice elettronica per frutta e verdura, l’acquisto di arredi per l’allestimento dello spazio esterno di socializzazione nel giardino, e il contributo per l’acquisto di una cella frigorifera.

Fin dall’avvio del progetto dell’Emporio Sociale è attiva una forte collaborazione con la Caritas Diocesana di Pistoia, che da novembre dello scorso anno ha dato vita all’esperienza dell’Emporio della Solidarietà di Pistoia, e anche con la Caritas Zonale di Quarrata, che è partner del progetto e che opera all’interno dell’Emporio quarratino attraverso i propri volontari.

Vogliamo ringraziare la Diocesi di Pistoia per questo gesto di solidarietà che riflette l’attenzione costante rivolta a chi fa più fatica. Questo contributo non è solo un sostegno importante per molte persone, ma è anche un passo in avanti nella realizzazione di un welfare di comunità più organizzato ed efficiente.

Leave a Reply

Your email address will not be published.