I ragazzi dell’orto giardino in visita al Pistoia Nursery Park » Cooperativa Gemma

I ragazzi dell’orto giardino in visita al Pistoia Nursery Park

A Pistoia esiste un luogo davvero unico che ospita gli esemplari più spettacolari di grandi piante provenienti da ogni parte del mondo. È il Pistoia Nursery Park di Vannucci Piante, il primo parco vivaistico d’Europa! Qualche giorno fa siamo andati a visitare questo luogo speciale con i ragazzi del laboratorio di Orto Giardino del progetto COLORI.

foto di gruppo al Pistoia Nursery Park

Il Pistoia Nursery Park è uno spazio in cui il concetto di vivaio viene elevato alla dimensione di vero e proprio parco, con percorsi morbidi e irregolari che fanno dimenticare le geometrie classiche del vivaio. Gli esemplari presenti sono circa 1500, tutti selezionati dagli specialisti di Vannucci Piante, e la loro sistemazione nello spazio verde è studiata per esaltare le peculiarità di ogni pianta.

A bordo delle golf car elettriche i ragazzi si sono divertiti a girare per le strade del parco insieme agli educatori Francesca, Airan e il nostro esperto Lorenzo, che ha guidato la visita mostrando i vari esemplari e spiegando ai ragazzi come funziona la cura di alcuni di essi. Abbiamo poi visitato anche la sede del Nursery Campus, un luogo innovativo di accoglienza e formazione sulle tematiche del vivaismo, volto a diffondere la cultura del verde e agevolare lo sviluppo del settore. Il direttore del Campus Andrea Massaini ha raccontato ai ragazzi la storia e l’esperienza di Vannucci Piante, e l’importante ruolo formativo e di approfondimento del Campus.

Quante cose da vedere e imparare in una mattinata! Immersi nel verde e circondati da piante bellissime il tempo passa veloce, e allora si fa ritorno al nostro piccolo orto giardino dell’Emporio Sociale, con la voglia di farlo crescere e prendersene cura ogni giorno perchè diventi grande e prosperoso come il Pistoia Nursery Park! 😊

Un grazie speciale ad Andrea Massaini e tutta l’azienda Vannucci Piante per la disponibilità e l’accoglienza, e per aver reso possibile questa visita in una realtà così importante del territorio.

Leave a Reply

Your email address will not be published.