una mano tesa a bambini, giovani e anziani...

Progetto "N.O.D.I."
NUOVE OPPORTUNITA' DI INCLUSIONE

"Intrecciare nodi e tessere speranza con chi vive in condizioni di svantaggio..."

Il progetto si caratterizza come una azione mirata al consolidamento e allo sviluppo di una rete di attori pubblici e privati uniti nell’obiettivo di attivare sinergie per l’inclusione socio-lavorativa di persone svantaggiate. Il fine ultimo è quello di creare le condizioni per sperimentare buone prassi di welfare locale basate sui concetti di sussidiarietà, comunità e responsabilità. Consci del fatto che il nostro target di riferimento (donne analfabete o semianalfabete, senza titolo di studio ed escluse dal mercato del lavoro) presenta problemi che si manifestano su più dimensioni (psico-sociale, economica, relazionale, culturale, formativa, ecc.) unire le competenze e favorire la collaborazione e l’interazione tra soggetti istituzionali, del mondo produttivo e del privato sociale significa porre le condizioni per affrontare i problemi della singola persona nel loro insieme, incrementando così l’efficacia delle risposte ai problemi stessi.

Il progetto coinvolge attivamente enti pubblici, organizzazioni del terzo settore, associazioni di categoria e sindacati in un percorso di confronto, studio ed azioni concrete per creare le migliori condizioni possibili utili a permettere l’avvio di una impresa formata da alcune donne svantaggiate. Queste ultime sono state protagoniste del Progetto “Integra”, realizzato dall’Associazione “Pozzo di Giacobbe” nel 2008 e che ha permesso loro di acquisire un bagaglio di competenze importante per tentare l’avvio di una attività imprenditoriale nel settore del cucito e della biancheria.

Attraverso una serie di tre incontri programmati nel periodo ottobre 2009 – marzo 2010 tutti i soggetti sostenitori potranno mettere a disposizione le proprie competenze specifiche al fine di:

  1. analizzare la dimensione, a livello provinciale, dell’esclusione socio-lavorativa di donne con scarso livello di istruzione e prive dei requisiti minimi di accesso ai percorsi di avviamento al lavoro attualmente esistenti;
  2. promuovere la realizzazione di azioni comuni utili a consolidare e sviluppare buone pratiche di inserimento sociale e lavorativo simili a quella rappresentata dal Progetto “Integra” sopra citato.
  3. sulla base delle proposte di intervento condivise negli incontri precedenti, costituzione di un gruppo tecnico di lavoro che possa attivare uno studio di fattibilità e tutte le necessarie azioni di supporto all’avvio dell’impresa.
  • Gli attori degli incontri previsti sono 30 persone tra rappresentanti di enti pubblici, associazioni di volontariato, cooperative sociali, associazioni di categoria e sindacati.
  • Beneficiari diretti della ricaduta del progetto saranno 7 donne che vivono particolari condizioni di disagio e marginalità.

Il progetto sarà realizzato da una ATS (Associazione Temporanea di Scopo) costituita da Cooperativa "Gemma", Associazione di Volontariato "Pozzo di Giacobbe" e "Confartigianato Imprese" di Pistoia.

Provincia di Pistoia; Comune di Quarrata; Confcooperative Pistoia; Confcommercio Pistoia; CNA Pistoia; Ente Morale Camposampiero