© 2021 "GEMMA" Società Cooperativa Sociale ETS

L’IDEA – Laboratorio di Innovazione Digitale per l’Educazione Attiva






Contrastare il disagio giovanile significa combattere un mostro dalle mille teste.

Da una parte studenti disorientati, che esprimono il proprio disagio con atteggiamenti di rabbia e prevaricazione, con l’abuso di alcol e di sostanze, con atti di bullismo nei confronti dei compagni e aggressioni verbali e fisiche verso gli insegnanti, con comportamenti a rischio nella sfera sessuale.

Dall’altra parte una scuola superiore (l’Istituto Pacinotti De Franceschi di Pistoia) che, vista la situazione di permanente emergenza, decide di “allearsi” con organizzazioni del terzo settore ed altre scuole per trasformare i provvedimenti disciplinari ed i periodi di sospensione comminati ai ragazzi più difficili in un’occasione di crescita e di riscatto.

 

Gli obiettivi

L’IDEA è quella di contrastare il disorientamento dei ragazzi con una piccola rivoluzione: creare opportunità di crescita proprio nel momento di maggior “rottura” dei rapporti tra scuola e studente, allorché quest’ultimo riceve un pesante provvedimento. 

I fattori di difficoltà dei ragazzi sono molteplici: svantaggi sociali e culturali; fragilità emotive, psicologiche e relazionali; comportamenti violenti e devianti, che minano sia il successo scolastico che un sano percorso di vita.

 

Con il concorso della scuola e del terzo settore, saranno organizzati laboratori digitali (FAB LAB) e percorsi di affiancamento (COACHING) che trasformeranno una battura di arresto in una possibilità di crescita ed espressione dei talenti. Saremo così in grado di accogliere oltre 40 ragazzi, trasformando la sospensione in un’occasione di riscatto e di cura verso se stessi e verso la Comunità.

Per ogni ragazzo accolto sarà condiviso (tra educatori, docenti e genitori) un progetto individuale con gli obiettivi di apprendimento e relazionali, da tradurre in ore di laboratorio proporzionali alla gravità del provvedimento disciplinare.

L’IDEA è quella di far svolgere ai ragazzi attività educative per lo stesso numero di ore scolastiche che perderebbero a causa della sospensione.

 

FAB LAB

Uno spazio relazionale educativo in cui svolgere attività laboratoriali che prevedono la progettazione digitale e la creazione di prototipi meccanici e di falegnameria.

COACHING INDIVIDUALE

Ad ogni destinatario/a sarà affiancata una figura educativa (coach) con il compito di motivarlo e di facilitarne il percorso di autonomia

LABORATORI APERTI

I ragazzi saranno coinvolti nell’organizzazione e nella conduzione di laboratori aperti di peer education per studenti più piccoli (provenienti dagli istituti comprensivi partner e/o da altre scuole) e per adulti e anziani di Quarrata e Pistoia, in un’ottica di responsabilizzazione e protagonismo dei destinatari diretti.

Questa azione rappresenta la conclusione del percorso alternativo al provvedimento disciplinare e segna il passaggio simbolico da una situazione di difficoltà (che ha portato alla sospensione) ad una di protagonismo attivo all’interno della Comunità da parte dei ragazzi, che “donano” ciò che hanno appreso ai bimbi più piccoli, così come alle persone più grandi.

 

Il progetto ha durata di un anno e mette in campo risorse per 50.500,00 euro.

Circa la metà del costo del progetto è finanziato dalla Chiesa Valdese grazie ai fondi dell’Otto x Mille.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Chi sono i partner de L’IDEA?

Cooperativa Sociale Gemma – Soggetto capofila

 

Le scuole:

Istituto De Franceschi Pacinotti

Istituto Comprensivo Bonaccorso da Montemagno

Istituto Comprensivo Mario Nannini

Istituto Comprensivo Raffaello

 

Gli enti:

 

 

Per seguire passo passo L’IDEA, segui il blog del Pozzo di Giacobbe dove raccontiamo tutte le attività messe in campo dai progetti!

Vai al blog